Proteggere la pelle dai raggi solari è una sana e fondamentale abitudine. I dermatologi, su tutti, sottolineano l’importanza di una buona protezione dal sole.

Un’esposizione solare senza le giuste precauzioni può provocare diversi danni, in modo diretto come disidratazione, arrossamenti, scottature, ustioni ed eritema ed anche un modo indiretto, danneggiando dall’interno il sistema naturale della pelle. Oltre al danno termico, dunque, c’è il rischio di un danno energetico che comporta reazioni di invecchiamento: invecchiamento precoce, comparsa di rughe, alterazione della colorazione, meccanismi di degenerazione fino a forme tumorali come il melanoma.  

La prevenzione è rivolta ad evitare un’eccessiva esposizione al sole e punta all’adozione di stili di vita e comportamenti salutari:

  • Evitare l’esposizione al sole nelle ore di massima irradiazione (ore 11-16)
  • Scegliere la protezione solare più adeguata e adatta al proprio tipo di pelle
  • Applicare il prodotto prima dell’esposizione in modo uniforme
  • Non trascurare alcune parti del corpo come dorso delle mani, dei piedi e il padiglione auricolare
  • Rinnovare l’applicazione ogni 2 ore, dopo il bagno e dopo avere sudato intensamente
  • Utilizzare la protezione anche se ci sono le nuvole perché le radiazioni UV ci sono lo stesso
  • Usare cappelli e occhiali con filtri UV
  • Fare attenzione ai lettini a raggi UVA: presentano rischi
  • Non esporre al sole diretto i bambini sotto i 3 anni

Tra i trattamenti da evitare assolutamente nella stagione estiva (da maggio a metà settembre) ci sono i peeling ed i laser ablativi perché danneggiano la barriera cutanea: si potrebbero verificare iperpigmentazione e formazione di macchie sulla cute trattata in caso di esposizione al sole.

Sono tollerati invece filler, fili biorivitalizzanti e tossina botulinica senza alcun problema, anche con la valigia per il mare già pronta!

Recommended Posts