L’assistente di studio medico ad indirizzo estetico è un operatore in grado non solo di affiancare e supportare il medico nell’esecuzione dei trattamenti, ma anche di assistere il paziente nelle fasi pre e post-trattamento. La figura dell’assistente ha un ruolo di fondamentale importanza sin dal momento dell’accoglienza del paziente, essendo il primo contatto con il paziente stesso.

Si configura quindi come una persona molto importante, se non indispensabile, all’interno dello studio: ha un ruolo chiave per la gestione del paziente e dell’agenda degli appuntamenti, e deve essere dotata di grande esperienza in campo medico e aggiornata sulle ultime tecniche e sui nuovi prodotti in uso nello studio.

Accoglie i clienti, li fa accomodare in sala d’aspetto e li indirizza dallo specialista, e di conseguenza ha il compito di mettere i pazienti a proprio agio, intrattenendoli con pazienza e, se necessario, rassicurandoli con professionalità sulle possibili conseguenze del trattamento che andranno ad effettuare.

Ad oggi non esistono specifici requisiti formativi per diventare segretaria e/o assistente di studio medico, ma è consigliato un corso di formazione per avvicinarsi alla professione. Tali corsi, tuttavia, non sono ancora riconosciuti a livello nazionale, benché molto validi, in quanto non è previsto un percorso accademico che porti al conseguimento di un titolo di laurea.
L’offerta formativa nel nostro paese è ampia. Oltre ai corsi che forniscono una formazione di base di tipo socio-sanitario, competenze in amministrazione e contabilità, segretariato, archiviazione dei documenti, comunicazione e informatica, permettendo inoltre di imparare ad utilizzare i software gestionali e i programmi per fissare gli appuntamenti comunemente usati negli studi medici, vi sono corsi mirati alla formazione specifica in estetica che prevedono accenni di anatomia e fisiologia della cute, illustrano i principali trattamenti in medicina estetica e i materiali disponibili in commercio, le normative vigenti e, aspetto non secondario, si concentrano sull’importanza della comunicazione.

Ricordiamo che l’assistente deve essere una persona empatica, in grado di entrare in sintonia con il paziente, e dotata di buone doti comunicative e di ascolto.

Se ti interessa l’argomento, scopri il nostro corso dedicato cliccando qui.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *