Solitamente i filler dermici vengono iniettati usando aghi, ma nella pratica di tutti giorni ci sono diversi vantaggi per preferire l’utilizzo di cannule a punta smussa.

La cannula infatti presenta molti vantaggi, tra cui un importante riduzione del fastidio durante il trattamento rispetto agli aghi, la possibilità di trattare ampie zone e la completa assenza di lividi nelle zone a rischio, in particolare nell’area periorbitale e le labbra. A questi si aggiungono tempi di recupero più rapidi e per ultimo, ma non meno importante, un minor rischio di occlusione vascolare. Le principali indicazioni sono rappresentate dagli ampi riempimenti volumetrici del viso o nei semplici riempimenti localizzati quali zigomi, area temporale, rinoplastica, labbra e bordo mandibolare.
In commercio ne esistono di varie dimensioni, sia in lunghezza che in diametro. Sarà il medico, in relazione al prodotto utilizzato ed all’area da trattare, a scegliere la cannula più adatta.

Tuttavia, molti professionisti preferiscono l’ago perché permette una maggior precisione e difatti è utilizzato per innumerevoli tecniche. È ottimo per labbra e adatto a qualsiasi altra zona del viso, ma può presentare alcuni svantaggi. Può lacerare tessuti e piccoli vasi sanguigni e a causa della ridotta lunghezza può richiedere ripetuti inserimenti che possono provocare lividi e dolore durante il trattamento e facilitare l’iniezione intravascolare del prodotto. Svantaggi che vengono eliminati o ridotti, utilizzando cannule.

Rimane di fondamentale importanza la pratica e la conoscenza del medico e come diciamo sempre, l’aspetto più importante di questi trattamenti è quello di affidarsi a professionisti competenti.

Se ti interessa l’argomento, scopri i nostri corsi pratici hands-on qui.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *